13 Apr

La fiducia nella relazione con il cane

La fiducia è forse una delle componenti più importanti all’interno di una relazione. Lo è per noi umani e lo è anche nella relazione uomo-cane, anzi in quest’ultima, emerge con forza e condiziona gran parte della nostra quotidianità.
Nelle relazioni, fiducia significa affidare all’altro qualcosa di sé e in un certo senso, attribuire all’altro una responsabilità. Questo è un passo fondamentale perché fiducia e senso di responsabilità viaggiano a braccetto nella relazione con il cane e possono incidere su aspetti profondi e sulle dinamiche che viviamo nella quotidianità.
Ma nella relazione cane – compagno umano, la fiducia o la mancanza della stessa può avere origine da moltissimi fattori e soprattutto non coincide con una percezione antropocentrica, ciò che pone al centro una visione dell’individuo umano senza considerare i caratteri di specie. Questo significa che per avere fiducia del mio cane e riportare questa fiducia nelle dinamiche del quotidiano, dovrò avere consapevolezza dei caratteri individuali, di specie e di razza.
Ti faccio un esempio. Uno dei contesti in cui emerge la fiducia che il proprietario ha nel proprio cane può essere banalmente la passeggiata in libertà. Staccare da un guinzaglio che ne limita la libertà richiede una grossa dose di fiducia ma, se condivido la mia passeggiata con un cane con spiccate attitudini alla caccia e sono in un contesto naturale dove è presente una fauna selvatica, non posso e non devo lasciare il cane libero se non ho la garanzia che torni perfettamente al richiamo. In questo contesto il “non lasciare il cane libero” non è da considerare una mancanza di fiducia, ma un accettare una caratteristica del nostro cane, nella sua tutela e nella tutela dell’altro, ma nel momento in cui “non mi fido” a lasciare libero, per esempio, un cucciolo di tre mesi in un campo dove non sono presenti pericoli, il concetto di fiducia primario traballa. Questo esempio ci pone nella condizione di considerare che la fiducia deriva anche, e direi nella maggior parte dei casi, dalla capacità del proprietario di togliere il controllo sulla situazione che sta vivendo, sulla capacità di quest’ultimo di vivere e fluire nel momento presente senza la preoccupazione e l’ansia che possa succedere qualcosa di grave a noi o al nostro cane. In questo caso la fiducia non è diretta ad un individuo ma è diretta ad un contesto, a una situazione o a un modo di vivere e di essere. Aimè il rimbalzo se così possiamo definirlo, di questa dinamica porta effetti sulla percezione che l’individuo a di noi. La fiducia nelle relazioni funziona nel momento in cui viene reciprocata dagli individui in gioco, e con i nostri cani funziona esattamente così. Se queste poche righe ti risuonano in modo particolare, cerca di uscire step by step dalla tua zona di sicurezza per iniziare a fidarti del tuo cane e vivere senza ansia la vostra quotidianità.

Fiducia = affidarsi = avere fede.

Se vuoi approfondire dai un’occhiata anche a questo video.
https://www.youtube.com/watch?v=VU8Ees6IvuI&t=10s

13 aprile 2020

Federico Bettoni

Add Your Comment

Qui E Ora - Cinofilia Evolutiva © 2019 All rights reserved. | P.IVA 04307840167

Privacy PolicyCookie Policy